Il Manifesto all’Innovazione Scolastica | Festival dell'Innovazione Scolastica

 

Manifesto dell’Innovazione Scolastica

 

L’innovazione scolastica non nasce a partire da proclami astratti ma è possibile e permanente se nasce nel terreno dell’esperienza di chi vive nella scuola, ricca del bagaglio di conoscenze, di opere scientifiche, artistiche e storiche, aperta alle sfide locali e globali, mossa dal desiderio di mettersi a servizio del bene di tutti.

Il Festival dell’Innovazione Scolastica intende raccogliere e valorizzare il patrimonio delle esperienze di innovazione che le persone che lavorano nelle scuole italiane hanno prodotto in questi anni.

Innovare significa tradurre il passato in una forma nuova, offrendo agli altri una scoperta inedita, rispondendo a un bisogno, a un’esigenza, a un problema, per il bene di ciascuno e il benessere di tutti.

 

Dalle esperienze del Festival dell’Innovazione Scolastica abbiamo visto emergere le seguenti prospettive essenziali per una scuola innovativa:

 

1) una scuola fortemente consapevole del suo scopo educativo della persona, costruita sulla relazione, flessibile alla contaminazione di tutte le diverse forme di azione didattica;

 

2) una scuola inclusiva che personalizza i percorsi per i propri studenti e docenti, riconoscendo i talenti e sostenendo le fragilità;

 

3) una scuola con lo sguardo sempre attento sulla realtà, che offre un orizzonte di senso ai suoi protagonisti;

 

4) una scuola che offre gli strumenti adeguati agli studenti affinché ciascuno scopra se stesso e si orienti nella scelte scolastiche come in quelle lavorative;

 

5) una scuola che coinvolge direttamente gli studenti in un percorso di verifica dei saperi e delle competenze, superando un modello di progettazione e valutazione unilaterale;

 

6) una scuola consapevole della centralità della valutazione nella progettazione dei percorsi, disposta perciò a sperimentare modalità didattiche diverse;

 

7) una scuola autonoma ma non autoreferenziale, aperta al mondo, che accetta le sfide del presente in ogni parte del Paese;

 

8) una scuola che dialoga col mondo del lavoro, comprendendone i bisogni, accettandone le sfide e valorizzando le opportunità di relazione;

 

9) una scuola che utilizza consapevolmente la tecnologia e gli strumenti di comunicazione;

 

10) una scuola attenta alla formazione continua dei docenti dove la dimensione collegiale-comunitaria è centrale.