In Itinere | Festival dell'Innovazione Scolastica

Festival Nazionale dell’Innovazione Scolastica 2022… in itinere

Nasce il Forum di approfondimento. Tre webinar da non perdere!

Dedicato a dirigenti scolastici e docenti e che hanno a cuore la scuola. A quanti hanno uno sguardo aperto sulla realtà, tanta passione e voglia di portare in evidenza – attraverso proposte didattiche di valore ed esperienze educative già in atto – ciò che nella scuola si sta già rinnovando.

Il Comitato Organizzatore del FIS propone tre eventi “in itinere”, utili per approfondire i temi delle candidature dell’edizione 2022 del Festival, ma anche e soprattutto per dare la possibilità a docenti e dirigenti scolastici di confrontarsi e approfondire argomenti e tematiche di grande attualità.

La partecipazione è gratuita.


 

Il link di collegamento è il seguente: https://meet.google.com/wfx-ksqo-koy  

Gli appuntamenti da segnare in rosso sul calendario:

Mercoledì 23 marzo 2022 – ore 17,00

Il lavoro come ambito educativo e formativo.

Interventi introduttivi di:

Margherita Rabaglia: DS IS Gadda di Fornovo (PR)

Cristiana Poggio: Vice Presidente Piazza dei Mestieri – Torino

Mercoledì 30 marzo 2022 – ore 17,00

La didattica come luogo di socialità e di edificazione della persona.

Interventi introduttivi di:

Francesca Maganzi: DS Liceo scientifico “E. Torricelli”

Luigi Ballerini: medico e scrittore di romanzi per ragazzi

Mercoledì 6 aprile 2022 – ore 17,00

Tutti presenti: oltre lo ‘schema classe’.

Interventi introduttivi di:

Giuliana Barazzuol DS ISISS Verdi di Valdobbiadene (TV)

Nicola Terenzi – DS Liceo Candia di Seregno (MB)

I webinar, della durata di 45 minuti circa, avranno la seguente struttura: due interventi introduttivi di 10 minuti e a seguire dialogo.


Gemellaggio natalizio con gli alunni

della Scuola Primaria di Colonia (Germania)

 

Esperienza didattica realizzata dalle insegnanti della Scuola dell’Infanzia “Via Brescia” (Degl’Innocenti/Giampaglia/Grassini/Lombardo) supportate dalla Dirigente Scolastica Dott. Monica Fugaro

ICS “Viale Legnano” Parabiago (Mi) 

I bambini dell’ultimo anno di frequenza della scuola dell’Infanzia Via Brescia di Parabiago e i bambini della prima classe della scuola primaria Italo-tedesca di Colonia, Germania hanno attivato un progetto di gemellaggio, riguardante i temi natalizi. Attraverso incontri live, tramite la piattaforma eTwinning, i bambini hanno conversato sulle tradizioni natalizie dei rispettivi paesi d’appartenenza, condiviso le decorazioni realizzate per abbellire le classi, preparato una tombola con immagini natalizie concordate fra i docenti dei due ordini di scuola.
A conclusione dell’esperienza, i bambini delle rispettive scuole hanno giocato insieme a tombola. I vocaboli degli oggetti tradizionali presentati, delle decorazioni natalizie e delle immagini della tombola sono stati presentati utilizzato la lingua italiana e tedesca.

Guarda il link del video dell’esperienza vissuta: https://youtu.be/aDkX-A6YzNY

 

 

Il segmento di scuola dell’infanzia ha in sé una matrice fortemente civica in quanto presuppone un sistema di cura e relazione ampiamente egualitario che permette di contribuire concretamente alla valorizzazione dell’intercultura a scuola. La ricchezza , inoltre dell’Istituto Comprensivo si basa anche sulla possibilità di sviluppare conoscenze, abilità , competenze in verticale. Le docenti della scuola dell’infanzia del Comprensivo “ Viale Legnano “ hanno accolto la sfida dell’educazione civica come matrice valoriale trasversale e il goal europeo in termini di internazionalizzazione.

Mettendo al centro di tutto le bambine e i bambini si sono lanciate in un gemellaggio virtuale a tema natalizio con i bimbi della scuola primaria di Colonia. La tematica del Natale col suo carico di tradizioni diverse eppure simili ha contribuito ad innescare quel carico di attesa, gioia, curiosità nei bambini. Nuove scoperte, nuove esplorazioni di sé e del mondo in modalità peer education.

L’attività prevista e l’apprendimento tra pari è stato il gioco della tombola a distanza, un uso caldo della tecnologia per aprire orizzonti culturali, per avvicinare e far conoscere. La tombola è stata costruita e personalizzata attraverso cartelle da gioco con immagini e le stesse denominate di volta in volta sia in italiano che in tedesco. Quanta curiosità, quanta attenzione e quanto silenzio, inteso come interesse come ascolto attivo abbiamo raccolto da entrambi i gruppi coinvolti! La curiosità si è riversata in una miriade di osservazioni anche dopo con le insegnanti da parte dei bambini che hanno potuto notare similitudini e differenze con l’altro gruppo coinvolto, ad esempio le decorazioni degli spazi, le diverse tradizioni raccontate, gli spazi della scuola, le regole in classe. L’utilizzo delle nuove tecnologie anche nel segmento dell’infanzia può essere innovazione da non tralasciare, molto dipende dalla “regia“ che modula l’utilizzo dei media in piena congruenza con attività laboratoriali previste e caratterizzanti questo segmento di scuola.

 

 


 


 

GRAZIELLA ARENA
Pedagosista Clinico e Consulente Didattico

Educazione Didattica Innovativa

Il metodo E.D.I. (Educazione Didattica Innovativa) è un progetto sperimentale della dott.ssa Graziella Arena, Pedagogista Clinico, che ha ideato e verificato direttamente attraverso un percorso didattico di ricerca e di sperimentazione.

 

Il metodo E. D. I.

Il metodo è impostato sulla proiezione dell’educazione ed istruzione del domani, suddiviso, come di consueto, in aree di intervento e in unità di apprendimento, ma con alcune particolarità inedite. Per ogni area di intervento ritroviamo molteplici argomenti che in modo dinamico possono essere aggiunti e aggregati tra di loro.

Il metodo E.D.I. propone un sistematico approccio al sonoro con parodie su testi sconosciuti per facilitare e memorizzare i personaggi, i luoghi e le situazioni, i racconti dei viaggi immaginari, la costruzione di accessori, la drammatizzazione, l’esperienza diretta e la verifica nel quadernone di ricerche.

Un’altra particolarità del Metodo E.D.I. è la sua “duttilità”, in quanto ha come caratteristica, oltre alla capacità di spaziare dalla matematica alla storia dell’arte, dalla Costituzione Italiana alla letteratura, quella di sapersi adattare a nuove discipline, trasformandole secondo la nuova didattica, rendendo l’apprendimento dinamico e più efficace, rimodulando e vivacizzando qualsiasi argomento (Divina Commedia, mitologia, poesia e tanto altro).

Guarda il video, clicca qui: https://youtu.be/L6YaITcUP0U